VIRAL MARKETING: 5 Consigli Efficaci In Un’Infografica

By Digital Chef - Social Media Marketing
viral-marketing

Generalmente ci si riferisce con il termine Viral Marketing ad un modo non convenzionale di fare pubblicità.

La maggior parte della popolazione ha poca fiducia nella pubblicità tradizionale, in quanto crede che il produttore voglia solamente esaltare le qualità del prodotto per riuscire a generare una vendita. Con il Viral Marketing invece, sono le persone a condividere volontariamente il contenuto ai loro amici o conoscenti, poiché risulta a loro interessante o divertente e questo si trasforma in pubblicità per l’azienda. Una sorta di “passaparola” dell’era digitale.

Non esiste un unico modo per stimolare le persone a condividere un contenuto, tuttavia gli esperti ritengono che il modo principale sia suscitare in loro delle emozioni. Come vedremo tra poco, è sostanzialmente indifferente quale emozione suscitare, può essere gioia, tristezza o indignazione, ma è più importante il come viene presentato il contenuto. E’ stato infatti notato, per esempio, che contenuti riguardanti scandali o ritenuti shoccanti hanno riscosso più successo poiché le persone amano, in genere, condividere e discutere con i propri amici di questi argomenti.

Ecco quindi 5 utili consigli da tenere a mente per lo sviluppo di una campagna di Viral Marketing.

Viral Marketing infografica

1. EMOZIONARE

E’ necessario riuscire a suscitare emozioni nelle persone, anche se non tutte le persone reagiranno allo stesso modo al vostro contenuto. Per esempio alcune potrebbero essere felici, altre arrabbiate. L’importante è che il tema principale del vostro contenuto sia chiaro soprattutto per il vostro target di riferimento, cioè le persone più attive ed engaged con voi, che hanno la facoltà di velocizzare il processo di diffusione del vostro contenuto, facendolo diventare virale.

2. SORPRENDERE

Per fare in modo che le persone vi notino, è necessario stupirle: fare qualcosa di inaspettato o differentemente da chiunque altro. Per raggiungere questo scopo quindi è assolutamente è vietato copiare o imitare le idee altrui.

3. CONDIVIDERE AGEVOLMENTE

E’ necessario che le persone possano condividere agevolmente il contenuto. Per questo potreste permettere loro di scaricare immagini / video in diversi formati, o dare la possibilità di condividerli sui Social Network, Blog ecc. Attualmente il formato video è il più popolare per i contenuti di Viral Marketing ed in accordo con i Social Media Trend 2016, è consigliato.

4. FEEDBACK

E’ necessario poter monitorare i feedback, poiché una volta raggiunta l’attenzione del pubblico è importante capire cosa pensa. Il modo più semplice per ricevere feedback è consentire l’aggiunta di commenti, ed in questo modo si da anche la possibilità agli utenti di discutere ulteriormente a proposito del contenuto e di condividere le loro opinioni. E’ utile ricordare anche che, per quanto sia valido un contenuto e ben vista un’azienda, attirerà sicuramente anche commenti negativi; per questo motivo bisogna essere sia aperti alle critiche ma anche pronti ad intervenire qualora ce ne fosse il bisogno.

5. VELOCITA’

Un contenuto virale si diffonde molto velocemente, è per questo motivo sconsigliato inserire qualsiasi tipo di procedura [per esempio di registrazione] che possa rallentare questo processo e la fruizione dei contenuti.

 

Tag: