CTA e 5 Consigli Per Campagne di Email Marketing

By Digital Chef - Email Marketing
CTA

Per massimizzare la risposta degli utenti sui social è necessario includere nella propria strategia di Social Media Marketing la creazione e l’ottimizzazione di una Call To Action [CTA].

La maggior parte degli utenti possono essere definiti passivi e difficilmente effettueranno un’azione se non invitati a compierla: qui entra in gioco la CTA, ovvero una vera e propria “chiamata all’azione”, di solito espressa in maniera diretta, chiara e concisa, al fine di far compiere un’azione come cliccare su un link, visitare un determinato sito, iscriversi a una newsletter, usufruire di un buono sconto e cosi via.

Ecco alcuni consigli per utilizzare al meglio questo strumento:

 5 regole per una CTA Efficace

1. Quantità 

Quanti inviti all’azione bisognerebbe inserire in un’email?

Erroneamente si potrebbe pensare che più CTA in un’unica email possano offrire al consumatore più opzioni e, quindi, aumentare il grado di engagement dell’utente verso il vostro brand; purtroppo non è così. Se la vostra email dovesse contenere troppe CTA, i clienti potrebbero esserne sopraffatti e, di conseguenza, potrebbero ignorare il messaggio senza rispondere ad alcuna chiamata.

Il consiglio è di prendere una decisione semplice e fornire una sola chiamata all’azione, in modo da catturare l’attenzione dell’utente e  non rischiare di disperderla. Nel caso in cui voleste aggiungerne altre consigliamo di dare alla seconda Call un peso diverso, per esempio differenziandola per colore o posizionamento.

2. Posizionamento

Qual è il miglior posto per inserire una chiamata all’azione?

Su questo tema ci sono pareri discordanti: alcuni esperti di Email Marketing sostengono che la CTA dovrebbe essere “above the fold” ovvero nella parte alta e più visibile dell’email, questo perché è possibile vederla senza dover scorrere tutto il messaggio; mentre altri sostengono che sia più logico posizionarla in fondo alla pagina, come chiusura del messaggio.

Hanno entrambi ragione. Per capire quale delle due opinioni è più idonea dovrete usare il buon senso! Se un cliente può velocemente capire il contenuto dell’email, posizionate la CTA nella parte alta; mentre, se la vostra richiesta ha bisogno di alcune spiegazioni, è preferibile posizionarla al fondo.

3. Design 

Anche l’occhio vuole la sua parte!

-Create un pulsante: potete creare un pulsante oppure aggiungere un collegamento ipertestuale nel vostro messaggio, ma non usatelo come unico richiamo. Utilizzare un pulsante piuttosto che un collegamento ipertestuale: può aumentare il conversion rate del 28%.

-Utilizzate un colore unico: per la CTA utilizzate un colore che non compare nel resto dell’email o utilizzato raramente, in modo da dare risalto alla vostra call to action.

-Le dimensioni contano: assicuratevi che il bottone sia della dimensione giusta e che non sia eccessivamente grande o piccolo. Guardate l’anteprima della vostra email dopo che è stata disegnata per assicurarvi che rientri perfettamente nella struttura del vostro layout.

-Usate gli spazi bianchi a vostro vantaggio: lasciate dello spazio bianco vicino alla vostra CTA, non sentitevi in dovere di riempire la pagina, lo spazio dona maggior risalto al pulsante.

4. Format

-Usate delle parole action-inducing: le parole che inserite nella vostra CTA forniscono le direttive necessarie per i clienti per portare a termine l’azione, quindi non sottovalutatene l’importanza. Se volete che i clienti comprino velocemente assicuratevi che le vostre parole lo riflettano: usate parole d’azione come:  “compra,” “prenota”, “ordina”. Utilizzare parole per incoraggiare l’azione come: “ora”, “oggi”. Inutile girarci intorno, la schiettezza paga!

-Siate brevi: la vostra chiamata all’azione dovrebbe essere breve e andare dritta al punto. Tenete presente che una CTA efficace non supera le 4 parole circa.

5. Testate i risultati

Una piccola modifica potrebbe fare una grossa differenza. Non dovrete aspettarvi di avere immediatamente un alto “click-through rate” [percentuale di click].

Potete però testare la vostra CTA in ogni suo aspetto, dal posizionamento al copy, e lasciare che sia l’audience a decidere cosa sia meglio.

 

Tag: