Digital Marketing: 12 Errori da Non Commettere

By Digital Chef - Social Media Marketing, Web Marketing
Digital marketing

Il Digital Marketing richiede tempo, nonostante alcuni risultati siano visibili e misurabili in un periodo relativamente breve, bisogna rimanere realistici e concentrati per tutto il tempo necessario al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Ecco alcuni degli errori più comuni da non commettere:

1. Sbagliare ad identificare il Target

Identificare e studiare il target di riferimento è il primo passo in una qualsiasi strategia di marketing. Purtroppo, è un punto molto spesso trascurato o eseguito in maniera frettolosa. Non fate questo errore!

2. Non avere un Budget adeguato

Se siete stati avari nel concedere budget al marketing, potrebbero accadere due cose. La prima è che realizzando di aver commesso un errore concederete più budget, scombinando però l’intero business plan. L’altra eventualità è che una volta finito il budget smetterete di fare marketing, ed il vostro business non avrà più modo di decollare. In entrambi i casi, quindi, rischiate di distruggere per intero il vostro business. Per questo motivo, soprattutto se siete una startup o un’azienda giovane con poca penetrazione sul mercato, assicuratevi di stabilire per il marketing un budget adeguato.

3. Trascurare i contenuti

I contenuti sono la parte fondamentale di ogni strategia di marketing, digitale e non. Per mantenere la loro efficacia, fate in modo che siano sempre curati ed utilizzateli in modo strategico [per esempio talvolta si possono usare in modo “aggressivo”] per far si che la vostra strategia punti esattamente all’obiettivo prefissato.

4. Link Building

Se fatto male è dannoso, e purtroppo spesso in passato è capitato a molti. Oggi ci sono tutti gli strumenti per farlo in modo adeguato.

digital-marketing-Startup-News

5. Pagare per i seguaci

Un conto è sponsorizzare i post per dare loro più visibilità, un conto è pagare per ottenere qualche follower [fasullo] in più. No, non si fa! In questi casi l’onestà paga, meglio pochi follower ma attivi e realmente interessati al brand, piuttosto che molti ma completamente disinteressati che non verranno mai convertiti in clienti.

6. Usare tutti i Social Media

È sicuramente importante avere una strategia per quanto riguarda i Social Media, ma quando si cerca di coprire l’intero universo dei Social con la propria presenza si va incontro inevitabilmente al fallimento. Questo perché ogni singolo Social Media richiede molto tempo ed energia per essere seguito adeguatamente ed ogni social ha il suo target specifico. Il consiglio che vi diamo è quello di concentrarvi sui 2/3 Social Media principali nei quali si concentra il vostro target di riferimento.

7. Provare tutte le tattiche

Esistono centinaia di tattiche diverse, e cercare di provarle tutte significa andare inevitabilmente ad impantanarsi. Il metodo migliore è: capire cosa cerca il vostro pubblico, individuare dove si trovano ed infine, come suggerito in precedenza, adottare una strategia adeguata. Ricordatevi che le strategie non sono statiche, anche in questo caso è bene provare, misurare ed eventualmente correggere la rotta.

8. Non ottimizzare le conversioni

C’è stato un periodo nel quale questa operazione non era necessaria, ma ora lo è diventata. Fare operazioni come lo Split Testing [o A/B Split Test], può aiutare ad ottimizzare il numero di conversioni. Questo anche grazie al fatto che esistono tool appositi, in grado di fornire anche un’analisi a test concluso.

9. Dimenticarsi della SEO

In questa epoca di intelligenza artificiale e algoritmi avanzati, la SEO è ancora più importante. Questo perché la SEO rimane uno degli elementi fondamentali per stabilire la competitività e la qualità di un sito web. Senza la conoscenza, almeno basica, della SEO la vostra presenza sul web e le vostre strategie marketing saranno destinate a fallire. Qui una serie di consigli per la vostra SEO On Page.

10. Dimenticarsi del Mobile

Il 2015 è stato l’anno del mobile, ed è solo l’inizio. Se quindi non state utilizzando una strategia di tipo “Mobile-First” sappiate che vi state precludendo circa il 50% del vostro pubblico potenziale. Quando create la vostra strategia, tenete bene a mente che l’ottimizzazione Mobile è un ingrediente chiave sia per aumentare la visibilità dei contenuti, sia per aumentare le conversioni.

11. Non avere una strategia

Capita che alcune aziende si basino solamente su “tattiche” o “tecniche” di Digital Marketing, senza però avere una strategia generale e degli obiettivi ben definiti. Prima di scegliere quale tipo di tattica utilizzare, sviluppate una solida strategia.

Ormai non è più possibile trascurare la strategia di Digital Marketing della vostra azienda, nel 2016 si potrà contare su nuove tecnologie ed opportunità ma, al contempo, si dovrà prestare attenzione ad una serie di nuovi problemi ed insidie in grado di rovinare tutta la nostra strategia.

 

Tag: